BM e U19M, Vittoria con il brivido per l’U19M contro Cellini, mentre nel pomeriggio la Serie BM non supera l’ostacolo Musile

Under 19M
Vittoria con il brivido per i ragazzi della Under 19, orfani di Mister Nordera all’estero per “aggiornamenti tecnici”. Primo tempo povero di emozioni, con poche reti da entrambe le parti, sia per l’ottima prova dei due portieri, sia per la prevedibilità e la poca lucidità nelle giocate d’attacco di tutte e due le squadre. Secondo frazione più gradevole con la Venplast che aumenta l’intensità di gioco e trova intorno al quarantottesimo il break che risulterà determinante per la vittoria finale. Soddisfazione per Mister Bosco soprattutto per il risultato che consente di agganciare in classifica proprio il Cellini a 8 punti.

La partita. inizio contratto per i nostri ragazzi che faticano a trovare efficaci soluzioni in attacco e lasciano facili iniziative agli avversari con una difesa lenta e poco grintosa. Fortunatamente ci pensa Ceriani a chiudere la saracinesca, tenendo il match in sostanziale equilibrio per i primi 15 minuti. Mister Bosco dalla panchina cerca di scuotere i ragazzi che approfittano di una doppia inferiorità degli avversari per portarsi sull’ 11 a 8 salvo poi farsi rimontare negli ultimi tre minuti del tempo che si chiude sull’11 a 11. Squadre che rientrano in campo per il secondo tempo con Cellini che attua da subito in fase difensiva una marcatura a uomo su Campostrini e che dopo pochi minuti di gioco riserva lo stesso trattamento a Rizzi che riesce comunque dai 9 metri a trovare segnature decisive. E’ Mirandola che si carica la squadra sulle spalle comandando il giropalla e prendendosi la responsabilità delle conclusioni (rigori procurati e 3 reti per lui negli ultimi dieci minuti di gioco). Proprio Rizzi e Mirandola trovano il break intorno al quarantottesimo che porta i nostri sul + 4 nel giro di 5 minuti. Ultimi minuti che sembrano dover scorrere in tranquillità, ma i ragazzi di Cellini danno fondo alle ultime energie e si riportano sotto andando a – 1 a trenta secondi dalla fine con palla in mano, che per fortuna viene scagliata fuori per la gioia dei ragazzi di casa

Venplast Dossobuono – Cellini Padova 25 – 24 (p.t. 11 – 11)
Venplast Dossobuono: Ceriani, Bollani, Puggia 2, Rizzi 12, Campostrini 7, Ceschi, Pasquali, Mirandola 4, Mitolo, Zanardi. All. Arturo Bosco
Cellini Padova: Benvegnu, Busetto, Castiglioni 3, Cecchetti 1, Finco 2, Mazzuca, Pertile, Sicher 5, Tesar 11, Tisatto 1, Zafiropoulos 1. All. M. Marchionni
Arbitro: Don Nguyen

Davide Bollani

 

Serie BM
Nell’incontro del pomeriggio invece la Venplast interrompe la propria striscia positiva di risultati con una sconfitta contro Musile. Troppe le faglie difensive lasciate dai ragazzi giallo-rossi, che non trovano efficaci rimedi nella fase di non possesso, e sono costretti a fare i conti con un’attenta difesa degli ospiti, supportata da una prova sopra le righe dei portieri.

La partita. Inizia con un parziale a freddo di tre reti il match del PalaDossobuono, messo a segno da Zivelonghi e dai fratelli Rizzi. La risposta arriva in maniera immediata da parte degli ospiti, con un break di altrettante reti. 3-3 all’11’. Una gara maschia, che procede sul canale della parità nella fase centrale del primo tempo. Musile tenta di allungare, ma le risposte arrivano costanti da parte di una Venplast che però fatica a trovare le contromisure sul pivot ospite. La prima frazione si conclude con la rete di Ferronato, che manda le squadre al riposo sul 10-11. Serve un qualcosa in più che però la Venplast non riesce a mettere in campo nei successivi minuti, che iniziano con un break ospite che giunge dopo la rete iniziale di Puggia. Musile si porta sull’11-14, la Venplast rimane a contatto ma senza dare l’impressione di poter concretamente ribaltare la gara. Gli ospiti segnano con costanza, indirizzando la gara a metà ripresa inoltrata, con un nuovo parziale di tre reti che dilata il punteggio sul +5. I ragazzi di casa capiscono il momento, quando sul cronometro mancano meno di 10′; Zivelonghi, Rizzi S e Squarzoni riportano la Venplast sul -3, generando però il massimo sforzo fisico e mentale. Non riesce infatti a spingersi oltre a questa reazione la Venplast Dossobuono, che nel finale esce dal match con qualche minuto di anticipo, regalando le ultime reti ad un Musile che vince 21-28.

Venplast Dossobuono – Musile 21-28 (p.t. 10-11)
Venplast Dossobuono: Benedetti, Bernardi 2, Bujor, Squarzoni 4, Geroin, Minotti, Rizzi G 2, Zivelonghi 3, Campostrini, Puggia 3, Rizzi S 7, Mirandola. All. Arturo Bosco
Musile: Berto 7, Boem 1, Bresolin, Cancian 2, Codispoti, Ferronato 9, Ferrotti, Gasparini 2, Pivato, Tamai, Montagner 6, Serafin, Bortolot, Bressan 1. All. Mascia Zanette
Arbitri: Nguyen – Cipriani

Ufficio Stampa Pallamano Olimpica Dossobuono