A2F, L’ultima gara di campionato al PalaDossobuono contro Mezzocorona; Puggioni:”Mi aspetto grinta, compattezza e voglia di divertirsi!”

Ultimo impegno di campionato per la Serie A2 della Venplast Dossobuono; sabato 30 marzo alle ore 17.30 le ragazze di Renèe Lepoglavec scenderanno in campo al PalaDossobuono contro la formazione trentina del Metallsider Mezzocorona. Sarà l’occasione per provare a chiudere al meglio questa stagione, sicuramente difficile dal punto di vista dei risultati, ma con presupposti che in estate apparivano decisamente più incerti.

Sarà un’occasione per offrire una replica migliore rispetto alla gara d’andata giocata a Mezzocorona ed anche della netta sconfitta di domenica scorsa contro Taufers; una delle gare più negative della stagione come sottolinea Simona Puggioni:«La partita contro Mezzocorona all’andata e l’ultima contro Taufers sono state probabilmente le peggiori di questa stagione; ora abbiamo un’ultima gara in casa dove non possiamo sprecare l’occasione di riscatto che il nostro parquet ci offre. Mi aspetto grinta, compattezza e voglia di divertirsi, perchè penso che nella penultima gara vinta contro Hochpustertal anche questi fattori abbiano fatto la differenza. Pur commettendo errori, in quella partita siamo scese in campo con il sorriso, con la voglia di costruire qualcosa di buono, ma più in generale con un atteggiamento positivo che alla fine ci ha premiato anche nel risultato».

Un percorso lungo e tortuoso quello della nostra Serie A2, giunto all’ultima curva di questo campionato:«Siamo partite a settembre – continua Simona Puggioni – con un nutrito gruppo di ragazze, molto diverse dal punto di vista anagrafico e dell’esperienza maturata dentro e fuori dal campo negli anni. Ritengo che ad oggi la squadra mostri ancora ampi margini di miglioramento, non essendo ancora amalgamata del tutto. Se penso allo scorso settembre però credo che siamo arrivate ad una bozza di squadra in cui ognuna ha trovato il proprio ruolo, sebbene ogni tanto ci si debba ancora adattare alle esigenze del momento. È stato bello anche veder crescere “le piccole”, che fino allo scorso anno avevano avuto poche occasioni di confronto, potendo dar loro dei consigli, tecnici e non solo. Per concludere, posso dire che questa stagione ha rappresentato un anno di conoscenza da cui partire per una riflessione profonda di quel che si vuole fare, singolarmente e come squadra nel futuro. Ora però concentriamoci su quest’ultimo impegno contro Mezzocorona, per concludere in maniera positiva questo campionato».

Ufficio Stampa Pallamano Olimpica Dossobuono