BM, Direzione Venezia; contro il Cus Venezia l’obiettivo è la sesta vittoria consecutiva! Bollani:”Non poniamoci obiettivi, il cammino è ancora molto lungo!”

Trasferta da matita rossa per la Venplast Dossobuono. È la seconda delle quattro partite consecutive che vedranno i ragazzi di Carlo Nordera giocare lontani dal PalaDossobuono. Si viaggia verso il PalaCus di Venezia per affrontare il Cus Venezia, che raccoglie punti da quattro gare consecutive; un’altra trasferta contro un avversario ostico, che i giallo-rossi affronteranno domani alle 20.30. Nonostante la marea storica che ha messo in ginocchio la Serenissima, il PalaCus risulta agibile e la disputa della gara non sembra in pericolo. Sarà l’ennesimo test probante per rimanere in cima alla classifica a punteggio pieno, dopo le recenti vittorie contro Algund e Malo.

«Sono state due partite molto diverse tra loro – ricorda il dirigente responsabile Davide Bollani. Quella con Algund i ragazzi la aspettavano sapendo di affrontare la squadra più forte. La tensione positiva ed il voler dimostrare di potersela giocare, hanno fatto sì che nessuno abbia mollato per tutti i 60 minuti. A Malo invece non c’è stata la stessa determinazione: una partita che poteva essere gestita con relativa tranquillità, è stata in bilico fino all’ultimo. Ma la crescita del gruppo passa anche da questi momenti, ed in effetti gli ultimi secondi della partita di domenica scorsa hanno comunque dimostrato come la squadra, grazie anche agli innesti di giocatori con esperienza, quest’anno sia più matura nella gestione dei momenti di pressione e difficoltà».

La trasferta di Venezia non appare certamente tra le più semplici, visto l’ottimo stato di salute dell’avversario: «Mi aspetto che i ragazzi affrontino la trasferta di Venezia con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di far bene che hanno dimostrato in questo inizio di campionato – sottolinea Bollani – cercando di mantenere alto il livello di concentrazione e determinazione. Ovviamente, dopo questi primi risultati, tutte le squadre avversarie ci affronteranno con maggior attenzione per dimostrarci di non essere da meno, quindi l’asticella delle difficoltà si alzerà sempre di più. Tuttavia, non ci siamo dati obbiettivi ad inizio campionato e non ce ne poniamo certo ora lasciandoci abbagliare da queste prime cinque partite. Il cammino è ancora molto lungo e ai ragazzi chiediamo, anche per la giovane età media del nostro gruppo, di impegnarsi durante la settimana cercando di migliorare partita dopo partita, ma soprattutto di divertirsi e farci divertire»

Ufficio Stampa Pallamano Olimpica Dossobuono